I costumi del calcio Storico Fiorentino 2019

I costumi del calcio Storico Fiorentino 2019

Condividi con i tuoi amici su:

I costumi del calcio Storico Fiorentino 2019

Il calcio storico fiorentino spesso è conosciuto più per la sua violenza che per la sua storia, ma oltre agli scontri fisici c’è molto di più: i costumi

Il Calcio Storico Fiorentino, nato nel 16° secolo, è una combinazione di calcio, rugby e wrestling mondiale, che al giorno d’oggi viene disputato in costumi storici. Le 4 squadre dei 4 quartieri storici di Firenze si sfidano una contro l’altra, giocando le due semifinali e la finale per determinare il vincitore e sono: Santa Croce (blu), Santo Spirito (bianca), Santa Maria Novella (rossa) e San Giovanni (verde).

Ogni squadra è costituita da 27 calcianti che indossano i costumi tipici del Rinascimento, e ci sono molti ruoli diversi. Il campo è controllato da un arbitro e sei segnalinee.

Quando si svolge il Calcio Storico Fiorentino? Ogni anno il mese prescelto è quello di giugno. Potete starne certi, la data di inizio può variare, mentre quella della finale resta sempre fissata per il 24, festa di San Giovanni (patrono di Firenze).

Vi basterà assistere ad una partita per capire il motivo di tanto entusiasmo da parte dei fiorentini e il valore di questo evento! Se sceglierete di prendere parte alla finale, parteciperete ad un evento incredibile: la sfilata in costumi storici attraversa il centro storico da Piazza Santa Maria Novella per arrivare in Piazza Santa Croce.

Le partite del Calcio Storico Fiorentino infatti sono sempre precedute dal corteo storico della Repubblica di Firenze al completo: i figuranti rappresentano con precisione le figure storiche e politiche della Repubblica Fiorentina dell’epoca. Il corteo Calcio Storico Fiorentino è seguito dall’esibizione dei Bandierai degli Uffizi e poi dal proclama solenne dell’araldo.

Le regole del Calcio Storico Fiorentino sono poche: ogni squadra deve cercare di fare caccia (cioè goal) nella rete della squadra avversaria, la palla si può passare anche con le mani e vengono fatti scontri, mischie e prese di lotta per bloccare gli avversari. Negli ultimi anni se ne è dovuta aggiungere qualcuna nuova per limitare gli scontri fuori controllo.

Ogni caccia vale un punto ma se un giocatore sbaglia un tiro viene assegnata mezza caccia alla squadra avversaria. Non sono previste sostituzioni, se un calciante si fa male o viene espulso la squadra si riduce di numero.

In antichità, il premio in palio era costituito da un vitello di chianina, molto ambito durante un assedio che stava affamando la città. Oggi un vitello viene simbolicamente fatto sfilare in piazza insieme al corteo, e l’unico premio per i vincitori consiste in una cena (a base di bistecca alla fiorentina naturalmente). I calcianti non sono pagati e non ottengono premi in denaro.

I costumi che vedete indossare dai vari personaggi (circa 530 figuranti) durante il corteo del Calcio Storico Fiorentino sono di epoca cinquecentesca e ciò rappresenta una precisa scelta. L’evento del 1530 durante l’assedio dell’imperatore Carlo V a Firenze ha lasciato una traccia indelebile nella tradizione, con il ricordo della caparbietà da parte dei fiorentini nei confronti dell’oppressore. La partita di Calcio in Costume rievoca questa dimostrazione di libertà e indipendenza che fu dichiarata proprio grazie alla partita in piazza Santa Croce.

Quindi cosa dobbiamo aspettarci il 24 giugno a Firenze? Possiamo goderci la tradizionale sfilata in costumi d’epoca, assistere alla partita del Calcio Storico Fiorentino e a completare questo quadro ricco di tradizione, guardare i fuochi d’artificio sui lungarni Fiorentini.

Un bel quadro che affascina proprio tutto il mondo!

Condividi con i tuoi amici su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *