Poupées de Mode: come far rivivere una tradizione settecentesca

Poupées de Mode: far rivivere una tradizione settecentesca
Poupées de Mode: far rivivere una tradizione settecentesca

Le Poupèes de Mode sono le antesignane delle sfilate e delle riviste di moda.

L’Europa del Settecento era attraversata da una circolazione continua di bambole di stoffa che indossavano gli ultimissimi modelli della sartoria femminile: uno strumento indispensabile ad ogni dama dell’alta società per essere a conoscenza delle novità della moda, soprattutto parigina, e potervisi adattare.

Alla corte di Maria Antonietta le Pouèes de Mode erano presenze pervasive e ricercatissime.

Oggi MadameFLO, laboratorio artigianale fiorentino d’eccellenza, specializzato nella realizzazione di costumi d’epoca, propone una versione contemporanea e piena di fascino delle Poupèes de Mode collegando l’antica forma di comunicazione fra cultrici del bello nel campo dell’abbigliamento, con il bello pittorico.

MadameFLO infatti produce una linea di gadget esclusivi, riservati alle pinacoteche d’eccellenza, costituiti da eleganti bambole in stoffa che indossano i più celebri abiti dipinti da grandi artisti in quadri famosi.

L’attenzione al dettaglio e la caratteristica artigianale del prodotto ne fanno proposte che si pongono a cavallo tra il semplice ricordo e l’oggetto di valore intrinseco, adatto a costituire un gratificante e persino sorprendente regalo per il ritorno da un viaggio, recuperando così, il senso originale delle Poupèes de Mode, destinate dai loro creatori a spostarsi in tutta l’Europa, attese con ansia e accolte con ammirazione.

MadameFLO realizza in forme e modi diversi costumi e materiale storico anche per altre rievocazioni e fonda le proprie radici nello studio e nel lavoro svolto presso le più grandi sartorie italiane che si occupano di costume per lo spettacolo.

Condividi con i tuoi amici su: